una comunità che educa

scuola primaria

IMG 3934 scaled e1714479581859

scuola infanzia

scuola dell'infanzia materna figlie di San Giuseppe genova

in ognuno di questi ragazzi v'è un punto accessibile al bene.

“Il proprium dell’uomo è l’educazione, perché l’educazione è quella cosa misteriosa per cui, per il fatto stesso che esistiamo, educhiamo. Tutti in qualche modo educano e tutti sono educati continuamente, perché la vita è un’educazione continua, se per educazione si intende appunto non un addestramento, non l’acquisizione di determinate competenze, che sono un aspetto dell’educazione, ma se si intende una compagnia che gli adulti fanno, che una generazione di adulti fa a una generazione di giovani, perché questa generazione di giovani risponda all’attesa che ha di felicità, di bene, che la vita sia buona, che la vita sia una cosa positiva. Se l’educazione è questo, sempre educhiamo, tutti educhiamo; poi c’è quel mestiere particolare che è il genitore e quel mestiere particolare che è l’insegnante che hanno una loro fisionomia e una loro caratteristica. Ma l’educazione come testimonianza delle ragioni per cui si vive è ciò che ci accomuna tutti.” F.Nembrini

Una storia che attraversa i secoli...

IMG2345 1 scaledsuora bambini uscite didattiche genova

Una storia che attraversa i secoli...

La storia della scuola è strettamente legata alla comunità delle Figlie di San Giuseppe, nate su desiderio di santa Caterina da Genova (1517). I cambiamenti che si sono susseguiti nei secoli (inizialmente un educandato con le ragazze orfane, successivamente la scuola dell’infanzia e primaria divenute poi paritarie) non hanno mai toccato il cuore del carisma della Comunità: l’educazione della gioventù. Attualmente le religiose sono venti e tutte si dedicano a “fare scuola”.

La storia della scuola è strettamente legata alla comunità delle Figlie di San Giuseppe, nate su desiderio di santa Caterina da Genova (1517). I cambiamenti che si sono susseguiti nei secoli (inizialmente un educandato con le ragazze orfane, successivamente la scuola dell’infanzia e primaria divenute poi paritarie) non hanno mai toccato il cuore del carisma della Comunità: l’educazione della gioventù. Attualmente le religiose sono venti e tutte si dedicano a “fare scuola”.